POESIA  DEDICATA A MARE NOSTRUM

 

MARE NOSTRUM

Non alzo gli occhi al cielo

popolato da corpi celesti

muti e lontani.

Non volto lo sguardo indietro

verso le colline solcate

da sentieri sconosciuti..

Fisso davanti a me il mare, uguale

fino al cerchio del fondo

che mi abbraccia..

Seguo l’onda che porta con sé

tesori del pirata,

balene bianche,

invincibili armate,

caravelle,

pianisti sull’oceano,

forme e colori di pesci..

Tra saperi e sapori di mare

Qui sto con voi,

giovani centenari al timone,

scrittori, giornalisti, ancorati al vostro porto,

lupi di mare dalle mille avventure,

comandanti coraggiosi,

custodi di memorie,

artisti fantasiosi,

donne tenaci, accoglienti come porti sicuri.

Mare Nostrum,

a te va la mia preghiera.

 

Gabriella VEZZOSI

Rapallo, 10 aprile 2017

 

{jcomments on}